Home > Fiqh, Ramadan, Shari`ah > Domande e Risposte Miscellanee sul Digiuno

Domande e Risposte Miscellanee sul Digiuno

Domande e risposte miscellanee sul digiuno

 
Di: Mufti Muhammad ibn Adam al-Kawthari
Da: http://www.daruliftaa.com/question.asp?txt_QuestionID=q-12435057
Traduzione a cura di `Umar Andrea Lazzaro.

[Nota del traduttore: Le risposte sono secondo il Madhhab Hanafi].

Domanda:

Può per favore rispondere alle seguenti domande a proposito del digiuno?

Risposta:

Nel nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso

D: Fare un pasto (suhur) prima di iniziare il digiuno è necessario affinché il digiuno sia valido?
R: No, il Suhur non è necessario. Comunque, è un virtuoso atto di Sunnah che non dovrebbe essere abbandonato senza necessità.

D: A che ora inizia il Suhur?
R: Si può fare il Suhur in qualsiasi momento dopo la metà della notte, ma è maggiormente consigliabile farlo nelle ultime ore della notte, preferibilmente appena prima dell’ingresso della vera alba (al-Fajr al-Sadiq).

D: E’ necessario avere un intenzione per digiunare, e quando si dovrebbe esprimere l’intenzione (niyyah) per il digiuno di Ramadan?R: L’intenzione di digiunare è necessaria ma è molto semplice: è il sapere nel tuo cuore che tu digiunerai quel giorno. E’ valido avere questa intenzione in qualsiasi momento dal Maghrib [tramonto] della sera prima fino alla metà della giornata islamica del giorno di digiuno effettivo (*), per i digiuni del Ramadan in corso e per digiuni volontari. La metà del giorno islamico è quella tra il tempo di inizio del Fajr e quello del Maghrib. (Al-Fatawa al-Hindiyya)

D: Un uomo può avere rapporti sessuali con sua mogli durante le notti di Ramadan?
R: Sì, è permesso avere rapporti sessuali con la proprio sposa durante le notti di Ramadan. Comunque, bisogna smettere prima dell’entrata dell’alba (al-Fajr al-Sadiq). E’ permesso anche compiere il bagno rituale obbligatorio di purificazione [ghusl – abluzioni maggiori] dopo aver iniziato il digiuno.

D: E’ permesso baciare e accarezzare la propria moglie durante il digiuno?
R: Il baciarsi affezzionatamente di natura non sessuale, dal quale non c’è timore che conduca al rapporto sessuale o all’eiaculazione, è permesso e non biasimevole (makruh). Comunque, se si teme che i baci possano portare ad un’eiaculazione o ad un rapporto sessuale, allora sarà reprensibile (makruh) baciare, ma il proprio digiuno rimarrà comunque valido finchè il baciarsi non conduca ad un effettivo rapporto sessuale o non risulti in un’eiaculazione. Se i baci hanno condotto all’eiaculazione, il proprio digiuno sarà reso invalido e quindi dovrà essere recuperato (qada), senza dover espiare (kaffara). Baci appassionati con uno scambio di saliva invalidano il proprio digiuno, e rendono necessario sia il Qada (recupero) che la Kaffara (espiazione). (al-Fatawa al-Hindiyya. 1/200 & 1/204).

D: Il digiuno viene rotto se si ingoia la saliva del proprio sposo/a?
R: Sì, se si è sicuri di aver ingoiato la saliva del proprio sposo/a, questo rende invalido il proprio digiuno e necessita sia di Qada che di Kaffara.

D: Se si bacia od accarezza la propria sposa e conseguentemente si eiacula, il proprio digiuno è rotto?
R: Sì, il digiuno si invalida. Comunque si dovrà solo recuperare il digiuno (Qada), e non ci sarà espiazione (Kaffara) in questa situazione.

D: Qual’è la differenza tra Qada e Kaffara?
R: Qada (recupero) significa fare un altro digiuno per recuperare quello invalidato, mentre Kaffara (espiazione) significa eseguire un atto per espiare il peccato di aver rotto un digiuno.

D: In che modo si esegue la Kaffara?
R: La Kaffara può essere eseguita nei seguenti due modi: 1) Digiunare per due mesi consecutivamente senza perdere un solo digiuno, 2) Dar da mangiare a sessanta poveri. Bisogna ricordare che se si ha la capacità di digiunare non si può adottare il secondo metodo, ma si dovrà digiunare consecutivamente per sessanta giorni.

D: Un’iniezione invalida il proprio digiuno?
R: No, non invalida il digiuno, sebbene sia meglio evitare di subire iniezioni senza necessità mentre si digiuna.

D: Un prelievo di sangue od un esame del sangue invalida il proprio digiuno?
R: No, un esame del sangue non invalida il digiuno, essendo semplicemente un prelievo di sangue. Comunque, sarà reprensibile se potrebbe indebolire la capacità di mantenere il digiuno.

D: Fumare invalida il digiuno?
R: Sì, invalida il digiuno. (Ramadan è una buona occasione per smettere di fumare definitivamente!).

D: E’ permesso usare un inalatore per l’asma durante il digiuno?
R: Se c’è una genuina necessità medica per un inalatore per l’asma che non può essere risolta altrimenti, allora sarà permesso farne uso. Comunque, ciò rompe il digiuno e richiede che il digiuno venga recuperato in seguito (Qada). Ciò perché qualunque cosa che abbia una massa percettibile rompe il digiuno se entra nel corpo tramite un canale normale.

D: Quando vomitare rompe il digiuno?
R: Vomitare rompe il digiuno solo se: a) ritorna e ingoia il vomito in gola, o b) si vomita intenzionalmente una boccata. Il digiuno non è rotto dal vomitare involontariamente o dal vomitare (deliberatamente) meno di una boccata. Se si rompe il digiuno vomitando, si dovrà solo recuperare (qada) il digiuno, e Kaffara non sarà necessaria.

D: Come si capisce quando il vomito è di una boccata?
R: La definizione di “boccata di vomito” è quella che non si può trattenere in bocca senza difficoltà.

D: Si può digiunare mentre si viaggia?
R: Sì, si potrebbe digiunare mentre si viaggia. Comunque, non ci si dovrebbe affaticare se il viaggio è lungo e difficile, poiché in tali situazioni è consigliabile non digiunare.

D: Può digiunare una donna nel periodo mestruale (haydh) o nel periodo del sanguinamento post-parto (nifas)?
R: No, non può digiunare, per lei digiunare è proibito (haram).

D: Una donna nel periodo mestruale (Haydh) o nel periodo del sanguinamento post-parto (nifas) deve recuperare i giorni di digiuno persi?
R: Sì, deve fare Qada per i digiuni persi.

D: Bisogna eseguire i digiuni Qada immediatamente dopo Ramadan?
R: No, non è necessario. Comunque, è raccomandato completare il prima possibile i digiuni di Ramadan persi.

D: Quando una persona malata può interrompere il suo digiuno per il parere di un dottore?
R: Quando un dottore musulmano competente dice che se si continua il digiuno, ciò metterà in pericolo la propria vita o danneggerà gravemente la salute, allora in tale situazione è permesso rompere il digiuno. Non si sarà debitori di Kaffara ma bisognerà soltanto recuperare il digiuno (Qada).

D: E’ permesso inserire medicinali tramite la vagina durante il digiuno?
R: Qualsiasi tipo di medicina inserita nella parte interna della vagina invaliderà il suo digiuno.

E Iddio è il più sapiente

Muhammad ibn Adam
Darul Iftaa
Leicester, UK

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: