Shawwal: Cosa fare durante la notte dell’`Id, il giorno dell’`Id e durante il mese

Shawwal: Cosa fare durante la notte dell’`Id, il giorno dell’`Id e durante il mese

 

Di Mufti Taqi Usmani
Da: http://albalagh.net/general/shawwal.shtml
Traduzione a cura di: Euro-Sunni Italia.

Inizio degli Ashur-ul-Hajj

Shawwal è il primo dei tre mesi chiamati “Ashhur al-Hajj” (cioè i mesi dell’Hajj). Anche se le azioni principali dell’Hajj sono normalmente effettuate nel primi dieci giorni di Dhul-Hijjah, tutto il periodo a partire dal primo di Shawwal fino al 10 di Dhul-Hijjah è ritenuto il periodo di Hajj perché alcuni atti dell’Hajj possono essere eseguiti in qualsiasi momento durante questo periodo. Ad esempio, il Tawaf-ul-qudum, seguita dal Sai’ di Hajj non può essere eseguito prima di Shawwal, mentre può essere effettuato in qualsiasi giorno dopo l’inizio di Shawwal. Allo stesso modo, un’`Umrah eseguita prima di Shawwal non può essere considerata come la `Umrah di Tamattu: mentre la `Umrah eseguita durante Shawwal può essere collegata all’Hajj, facendone un Hajj di Tamattu: Inoltre, l’ihram di Hajj non dev’essere iniziato prima di Shawwal, perché è makruh. Per queste ragioni questi tre mesi sono stati chiamati “mesi dell’Hajj“, e il mese di Shawwal ha la caratteristica di essere il primo di questi.

`Id-ul-Fitr

Il secondo aspetto meritorio di Shawwal è che esso è stato scelto da Allah Onnipotente per la celebrazione dell'”`Id-ul-Fitr“, una delle uniche due feste annuali riconosciute dalla Shari`ah. Questo giorno felice è designato dalla Shari`ah come segno di gratitudine da parte dei musulmani per il compimento di Ramadan, e come ricompensa immediata da Allah per coloro che hanno trascorso il mese di Ramadan digiunando e compiendo altre forme di `ibadah.

Invece di commemorare un evento del passato, la Shari`ah ha prescritto il primo di Shawwal come una festa annuale per i musulmani in un’occasione in cui essi stessi completano una grande `ibadah. Questo approccio ricorda ai musulmani che non dovrebbe contare solo sui risultati raggiunti dai loro antenati, ma piuttosto, dovrebbero essi stessi compiere azioni meritori per compiacere il loro Creatore.

Nel prescrivere i modi per celebrare questo felice giorno, l’Islam ha adottato un altro approccio unico. Le feste di altre religioni o nazioni comprendono di norma alcuni atti di gioia e divertimento, ed il giorno di festa è normalmente trascorso a ballare, cantare e giocare.

Al contrario, l’Islam ha prescritto un modo semplice ma grazioso di osservare il giorno di festa. Prima di tutto, è obbligatorio per tutti i musulmani benestanti iniziare la giornata con il pagamento di “Sadaqat-ul-Fitr” ai poveri della loro società, in modo che anche loro possano godere la giornata insieme ad altri, e non siano preoccupati di guadagnarsi da vivere, almeno in quel giorno di felicità.

Dopo aver pagato la “Sadaqat-ul-Fitr“, i musulmani sono tenuti a recarsi in un luogo aperto in cui possono eseguire collettivamente la preghiera dell’`Id. In questo modo, sono chiamati a presentarsi di fronte al loro Creatore e ad offrire due Rak`at di questo tipo speciale di Salah, che fa loro ricevere benedizioni da Allah ed iniziare le loro celebrazione con queste benedizioni divine.

Anche dopo la Salah, essi si rallegreranno della giornata in maniera responsabile, senza violare i limiti loro prescritti e non indulgendo mai in atti proibiti da Allah.

Tentendo a mente questo punto, discuteremo ora le norme specifiche prescritte per celebrare il giorno di `Id-ul-Fitr.

La notte precedente ‘`Id-ul-Fitr

Era stata prassi del Profeta, Sall-Allahu `alayhi wa sallam, che egli non dormisse durante la notte precedente il giorno di `Id-ul-Fitr. Questa notte è stata definita in un Hadith come la Notte della ricompensa (Lailatul Jaiza). L’Onnipotente concede le sue ricompense a coloro che hanno trascorso il mese di Ramadan rispettando i dettami della Shari`ah, e tutte le loro preghiere in questa notte sono accettate. Pertanto, è desiderabile eseguire preghiere nawafil [supererogatorie] durante questa notte. Si riporta che il Profeta, Sall-Allahu alayhi wa sallam, abbia detto:

Chi si alza in piedi (in adorazione) nelle notti che precedono le due feste sperando nelle ricompense del suo Signore, il suo cuore non morirà quando gli altri cuori moriranno“. (Ibn Majah)

Per beneficiare di questa opportunità, si dovrebbero eseguire più atti di adorazione possibili, e si dovrebbe pregare per tutti i propri bisogni e desideri.

Prima di recarsi alla Preghiera dell’`Id

I seguenti atti sono prescritte come Sunnah all’inizio del giorno di `Id-ul-Fitr prima di procedere alla preghiera dell’`Id:

1. Svegliarsi presto alla mattina.

2. Pulire i denti con un Miswaak od uno spazzolino.

3. Fare un bagno.

4. Indossare i migliori vestiti a propria disposizione.

5. Mettere del profumo.

6. Mangiare un cibo dolce, preferibilmente datteri, prima dellla preghiera dell’`Id.

7. Recitare il seguente Takbir a bassa voce, mentre ci si reca alla preghiera dell’`Id:

Allahu Akbar, Allahu Akbar, La Ilaha illa Allah
Wa Allahu Akbar, Allahu Akbar, wa Lillahi-l-hamd

Sadaqat-ul-Fitr

La Sadaqat-ul-Fitr è un obbligo per ogni musulmano, maschio o femmina, che possieda [almeno] 613,35 grammi di argento o il suo equivalente, che sia in forma di denaro, gioielli, merce a magazzino o sotto forma di alcuni beni o prodotti oltre i propri normali bisogni. Ogni persona che possieda una tale importo deve pagare Sadaqat-ul-Fitr, non solo a nome di se stesso ma anche a nome dei suoi figli minorenni. La quantità prescritta di Sadaqat-ul-Fitr è di 1,75 kg di grano o il suo valore in denaro. Tale importo è stato prescritto per il pagamento di Sadaqat-ul-Fitr per una sola persona. Se una persona ha dei figli minori, lo stesso importo deve essere pagato separatamente per ognuno di loro. I seguenti punti devono essere ricordati a riguardo del pagamento della Sadaqat-ul-Fitr:

1. Sadaqat-ul-Fitr è obbligatoria su ogni adulto di sesso maschile o femminile separatamente, e la persona adulta in questione è direttamente responsabile di pagarla lui/lei stesso/a. Il marito non è tenuto a pagare Sadaqat-ul-Fitr a nome della moglie, né la moglie è tenuta a pagarla a nome del marito. Analogamente, un padre non è tenuta a pagare Sadaqat-ul-Fitr a nome dei suoi figli adulti o viceversa. Tuttavia, se il capo-famiglia, di sua libera volontà, desidera pagare la Sadaqat-ul-Fitr per ognuno dei membri della sua famiglia, dovrebbe chiedere la loro autorizzazione a tale scopo. In tal caso la Sadaqat-ul-Fitr da lui pagata sarà valido per loro conto. Se egli non ha pagato la Sadaqat-ul-Fitr, a nome di nessuno dei membri della sua famiglia, non sarà responsabile per questo. Piuttosto, è dovere di ogni membro adulto della famiglia adempiere al suo proprio obbligo proprio o richiedere al capo-famiglia di pagare per suo conto.

2. E’ Sunnah che la Sadaqat-ul-Fitr venga pagata prima di eseguire la preghiera dell’`Id. Può anche essere pagata prima del giorno dell`Id, ma non è consigliabile ritardarla fino all’esecuzione della preghiera dell’`Id. Tuttavia, se una persona ha omesso di pagarla nel suo giusto tempo, egli dovrebbe pagarla il prima possibile, ed in tal modo il suo obbligo verrà assolto.

3. La Sadaqat-ul-Fitr non è necessaria a nome di un bambino che è nato dopo la rottura dell’alba del giorno dell’`Id, e non è necessario pagare Sadaqat-ul-Fitr, a nome di una persona che muoia prima dell’alba del giorno dell’`Id.

4. Sadaqat-ul-Fitr dovrebbe essere versata solo ad una persona che abbia il diritto di ricevere la Zakah.

La Preghiera dell’`Id

Il secondo obbligo del giorno dell’`Id è quello di eseguire la preghiera dell’`Id. Alcune norme a questo riguardo sono riportate qui di seguito:

1. La preghiera dell’`Id è Wajib (obbligatoria) per ogni maschio musulmano.

2. La preghiera dell’`Id può essere eseguita in qualsiasi momento tra l’Ishraq e Zawal.

3. E’ preferibile che la preghiera dell’`Id sia effettuata in un luogo aperto e non in una moschea. Tuttavia, se per qualunque motivo è difficile effettuarla in un luogo aperto, può essere eseguita anche in una grande moschea.

4. Non è consigliabile tenere la preghiera dell’`Id in ogni moschea, semmai, è preferibile che le persone da diverse moschee più piccole si riuniscano assieme per eseguirla o in un luogo aperto o, in sua assenza, in una grande moschea che possa ospitare un gran numero di persone.

5. Nessuna Salah Nafl può essere eseguita prima della preghiera dell’`Id, né nella propria casa, né nel luogo della preghiera dell’`Id. Allo stesso modo, non si possono eseguire preghiere nafl dopo la preghiera dell’`Id nello stesso luogo. Tuttavia, puà essere eseguita una volta tornati a casa propria.

6. La preghiera dell’`Id non ha né AdhanIqamah.

Come eseguire la Preghiera dell’`Id

La preghiera dell’`Id ha due rak`ah che vengono eseguite in modo normale, con l’unica aggiunta di sei takbir, tre dei quali all’inizio della prima rak`ah, e tre di loro subito prima del ruku` nella seconda Rak`ah. Il modo dettagliato di eseguire la preghiera dell’`Id è il seguente:

L’imam inizierà la preghiera senza Adhan o Iqamah. Egli inizierà la preghiera recitando il takbir della Tahrimah (“Allahu Akbar“). Bisognerà alzare le mani fino alle orecchie, e recitando il Takbir, si farà una breve pausa durante la quale recitare il Thana’ (“Subhanak Allahumma…“). Dopo il completamento del Thana’ l’imam reciterà il Takbir (“Allahu Akbar“) tre volte, e dopo aver recitato ogni Takbir (“Allahu Akbar“) a bassa voce [sollevando ogni volta le mani fino alle orecchie] bisognerà portare [ogni volta] le mani verso il basso e lasciarle giù verso terra [lungo i fianchi]. Ma, dopo il terzo Takbir, si posizioneranno appena sotto l’ombelico come si fa per la preghiera normale.

Dopo questi tre Takbir l’imam reciterà il Santo Qur’an, che bisogna ascoltare in silenzio. Il resto della rak`ah verrà eseguito normalmente.

Dopo essersi alzati per la seconda rak`ah, l’Imam inizierà la recitazione del Qur’an, durante la quale bisogna mantenere il silenzio. Quando l’Imam finisce la sua recitazione, reciterà un’altra volta tre Takbir, ma questa volta sarà prima di inchinarsi per il ruku`. Ad ogni Takbir si dovranno alzare le mani fino alle orecchie, e dopo aver detto “Allahu Akbar” si portano [ogni volta] verso il basso lasciandole giù verso terra [lungo i fianchi]. Dopo aver completato questi tre Takbir, l’Imam pronuncia un altro Takbir per prostrarsi in posizione di ruku`: a questo Takbir non c’è bisogno di alzare le mani, bisogna solo inchinarsi per il ruku` dicendo: “Allahu Akbar“. Il resto della Salah verrà effettuata a suo modo consueto.

Khutbah dell’`Id-ul-Fitr

In questa Salah, la Khutbah è una Sunnah e viene effettuata dopo la Salah, a differenza della Salah di Jumu`ah in cui è Fard e viene eseguita prima della Salah. Comunque, l’ascolto della Khutbah di `Id è wajib (necessario) e dev’essere ascoltato in perfetta pace e silenzio.

E’ Sunnah che l’Imam inizi la prima khutba recitando il Takbir (“Allahu Akbar“) nove volte, e la seconda Khutbah recitandolo sette volte.

Nota: Il metodo della preghiera dell’`Id sopra descritto è secondo la scuola Hanafita dei giuristi musulmani. Alcuni giuristi, come Imam Shafi`i, hanno altri modi per eseguirla: Essi recitano il Takbir dodici volte prima di iniziare la recitazione del Sacro Qur’an in entrambe le rak`ah. Anche questo modo è permesso. Se l’Imam, essendo di scuola Shafi`i, segue in questo modo, è anche possibile seguirlo. Entrambi i metodi si basano sulla prassi del Profeta, Sall-Allahu `alayhi wa sallam.

Sei giorni di digiuno nel mese di Shawwal

E’ lodevole eseguire sei giorni di digiuno nel mese di Shawwal. Il Profeta, Sall-Allahu `alayhi wa sallam, ha detto:

Chi completa i digiuni di Ramadan, quindi ad essi aggiunge il digiuno di sei giorni nel mese di Shawwal, avrà il thawab di aver digiunato l’intero anno“. (Sahih Muslim)

Questo hadith ha descritto il grande thawab [ricompensa] dei sei giorni di digiuno di questo mese. Pertanto, i musulmani dovrebbero cogliere l’opportunità di acquisire una tale enorme ricompensa da parte di Allah. E’ più preferibile iniziare questi digiuni dal 2 di Shawwal e continuare a digiunare fino al 7 di esso. Tuttavia, se, [i giorni di digiuno] sono effettuati in altri giorni, si spera che il requisito dell’hadith qui sopra possa essere comunque soddisfatto.

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: