Archivio

Posts Tagged ‘Salah’

Le Regole sulla Salah

CORSO DI FIQH ISLAMICO

AS-SALAH


(La Preghiera) – Secondo il Madhhab Hanafi

Basato sulle dispense di: Mufti Muhammad Tosir Miah – Darul Iftaa Birmingham, UK
Traduzione e aggiunte a cura di Sunnita.com

Leggi qui

Oppure

Scarica il file in formato PDF

I Tempi ed il Numero di Unità (Raka`at) di Ogni Salah Faridah (Obbligatoria) – Quando Recitare a Voce Alta o Bassa nelle Salawat faridah (Obbligatorie)

21 settembre 2012 Lascia un commento

I Tempi ed il Numero di Unità (Raka`at) di Ogni Salah Faridah (Obbligatoria)

 

Schema riassuntivo dei tempi di validità di ogni Salah faridah (obbligatoria) (sulla base dei dati sugli orari delle preghiere che si trovano su questo sito: www.prayercalc.com):
Salah al-Fajr (due unità): Da “Fajr” a “Sunrise”
Salah al-Zuhr (quattro unità): Da “Zohr” a “Asr Mithl” (o da “Asr Mithlain” secondo un’altra posizione)
Salah al-`Asr (quattro unità): Da “Asr Mithl” (o da “Asr Mithlain” secondo un’altra posizione) a “Magrib/Sunset”
Salah al-Maghrib (tre unità): Da “Magrib/Sunset” a “Esha Abyad”
Salah al-`Isha’ (quattro unità): Da “Esha Abyad” a “Fajr” del giorno successivo.
Le altre indicazioni per ora le si ignorino pure.

Quando Recitare a Voce Alta o Bassa nelle Salawat faridah (Obbligatorie)

 

(Il riferimento è alla recitazione dei versetti del Qur’an nella parte in cui si sta in piedi (qiyyam) della Salah; invece, adhkartasbihattashahhuddurud du`a’ si eseguono sempre a bassa voce).

(…)

Continua a leggerere – Link all’articolo completo…

Esegui la Salah Correttamente!

14 giugno 2012 Lascia un commento

Esegui la Salah Correttamente!

 

di Hadrat Shaykh al-Islam Maulana Mufti Muhammad Taqi Usmani

Tradotto da una sorella.

 

Tabella dei contenuti

1) Introduzione

2) Prima di iniziare la Salah

3) Quando si inizia la Salah

4) Quando si sta in piedi

5) Durante il Ruku`

6) Tornando in posizione eretta dopo il Ruku`

7) Chinandosi per la Sajdah

8) Durante la Sajdah

9) Tra le due Sajdatayn

10) La seconda Sajdah e alzandosi da essa

11) Nella Qa`dah

12) Voltandosi per il Salam

13) Il metodo del Du`a’

14) La Salah delle donne

15) La moschea – alcune essenziali regole di condotta

 

Nel nome di Allah, il Più Clemente, il Più Misericordioso

Introduzione

La Salah è un pilastro del Din. Eseguirla esattamente in conformità con la Sunnah è responsabilità di ogni Musulmano. Purtroppo, continuiamo ad effettuare gli elementi cardinali della Salahin maniera disattenta, seguendo i nostri capricci, preoccupandoci appena di capire che tali dettami devono essere eseguiti nella maniera in cui ci sono stati trasmessi dal Santo Profeta (sallallahu `alayhi wa sallam).

È per questo che la maggior parte delle nostre Salawat rimangono prive dello splendore e delle benedizioni della Sunnah, nonostante il fatto che seguire correttamente questi precetti difficilmente richiede maggiore tempo o sforzo. Ciò che serve è un minimo di interessamento. Se dedichiamo un po’ di tempo ed attenzione, impariamo il metodo corretto e ne facciamo un’abitudine, allora il tempo che impiegheremo per eseguire la nostra Salah oggi rimarrebbe lo stesso, ma la Salah eseguita in tal modo avrebbe il vantaggio di essere stata fatta secondo la Sunnah, e le sue ricompense e meriti e il suo splendore e benedizioni sarebbero molti di più di quanto sperimentato in precedenza.

(…)

Continua a leggerere – Link all’articolo completo…

Come Eseguire la Salah (Per le Donne)

9 novembre 2011 2 commenti

Come Eseguire la Salah (Per le Donne)

 

Redatto da: Ebrahim Saifuddin
Da: http://www.peopleofsunnah.com/fiqh/rulings/salah/63-salahforwomen.html

Tradotto da: Linda Lindt.

 

Il seguente è il metodo completo dell’esecuzione di una Salah di due Rak`atayn [unità] per le donne.

È importante leggere la nota alla fine di quest’articolo per imparare in che modo offrire una Salah di 3 o 4 Raka`at.

Ci sono alcuni azioni della Salah che sono fard, sunnah, etc., ma questi dettagli non sono compresi in questo articolo. Si dovranno consultare altri libri di fiqh, come “Behishti Zewar“, per impararli, assieme a una miriade di regole in merito alla Salah ed alla Taharah.

1. Mettiti eretta, in piedi, rivolta verso la Qiblah.

2. Esprimi l’intenzione “Intendo eseguire la preghiera del Fajr (dì il nome della preghiera), con due Raka`atayn Fard (dì il numero delle Raka`at di ogni preghiera – e se è Sunnah o Fard), per l’amore di Allah, sono rivolto verso la Santa Ka`bah”. Non c’è bisogno di dire l’intenzione ad alta voce. È sufficiente esprimerla nel cuore.

3. (Takbir) Alza le mani fino alle spalle, con i palmi in direzione verso la Qiblah, e dì “Allahu Akbar” (الله اكبر). Le mani dovrebbero rimanere all’interno dell’abito, non dovrebbero essere fatte uscire da esso.

4. Esegui il Qiyam abbassando le mani e unendole sul petto. Questo si fa mettendo il palmo della mano destra sopra il dorso della mano sinistra.

5. Recita (a bassa voce) la Sana:
سُبْحَانَكَ اللَّهُمَّ وَبِحَمْدِكَ وَتَبَارَكَ اسْمُكَ وَتَعَالَى جَدُّكَ وَلاَ إِلَهَ غَيْرُكَ
Subhanak-Allahumma wa bi-hamdika wa tabarakasmuka wa ta`ala jadduka wa la ilaha ghayruk”.
(Sia gloria a Te O Allah. Sia benedetto il Tuo Nome, esaltata la Tua Maestà e la Tua gloria. Non vi è altro Dio all’infuori di Te).

6. Recita il Ta`awudh:
أَعُوذُ بالله مِنَ الشَّيْطَانِ الرَّجِيمِ

‘A`udhu billahi minashshaytani-r-rajim”.
(Mi rifugio in Allah da Satana il lapidato).

7. Recita la Tasmiyyah:
بِسْمِ اللَّهِ الرَّحْمَنِ الرَّحِيمِ
Bismillahi-r-rahmani-r-rahim”.
(In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso).

8. Recita la Surah al-Fatiha:
الْحَمْدُ لِلَّهِ رَبِّ الْعَالَمِينَ
Al-hamdu lillahi rabbi-l-`alamin“,
الرَّحْمَنِ الرَّحِيمِ
ar-Rahmani-r-Rahim“,
مَالِكِ يَوْمِ الدِّينِ
Maliki yawmi-d-din“,
إِيَّاكَ نَعْبُدُ وَإِيَّاكَ نَسْتَعِينُ
iyyaka na`budu wa iyyaka nasta`in“,
اهْدِنَا الصِّرَاطَ الْمُسْتَقِيمَ
ihdinassirata-l-mustaqim“,
صِرَاطَ الَّذِينَ أَنْعَمْتَ عَلَيْهِمْ
sirata-l-ladhina an`amta `alayhim“,
غَيْرِ الْمَغْضُوبِ عَلَيْهِمْ وَلاَ الضَّالِّينَ
ghayri-l-maghdubi `alayhim wa la-ddallin“.
Seguita da:
[آمين
Amin”].
(La lode [appartiene] ad Allah, Signore dei mondi, il Compassionevole, il Misericordioso, Re del Giorno del Giudizio. Te noi adoriamo e a Te chiediamo aiuto. Guidaci sulla retta via, la via di coloro che hai colmato di grazia, non di coloro che [sono incorsi] nella [Tua] ira, né degli sviati.
– Amin. (e così sia O Allah)”.

9. Recita un’altra Surah o almeno tre versetti dal Qur’an. Per esempio (Surah al-Ikhlas):
قُلْ هُوَ اللَّهُ أَحَد
Qul huwa-llahu ahad“,
اللَّهُ الصَّمَدُ
Allahu-ssamad“,
لَمْ يَلِدْ وَلَمْ يُولَدْ
lam yalid wa lam yulad“,
وَلَمْ يَكُنْ لَه ُ كُفُواً أَحَد
wa lam yakul-lahu kufuwan ahad“.
(Egli Allah è Unico, Allah è l’Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui).

10. Dì “Allahu Akbar” (الله اكبر) e passa in (posizione di) Ruku` (“inchino”). Nel Ruku`, le dita delle mani dovrebbero restare unite ed appoggiate sulle ginocchia. Le braccia dovrebbero essere ben unite ai lati e le caviglie dovrebbero star vicine. Una donna dovrebbe inchinarsi soltanto ad un’estensione tale che le sue mani raggiungano le ginocchia.

11. Nel Ruku` recita la seguente (formula) per tre volte: “subhana rabbiy-l-`Azim” (سبحان ربي العظيم) (Sia glorificato il mio Signore, l’Eccelso).

12. In seguito, rialzati su, in posizione di Qawmah, mentre reciti il Tasbih: “sami`a-llahu liman hamidah” (سَمِعَ اللهُ لِمَنْ حَمِدَهُ) (Allah ascolta chi Lo loda).

13. Dopo il Tasbih pronuncia il Tahmid: “Rabbana laka-l-hamd” (رَبَّنَا لَكَ الحَمْدُ) (O nostro Signore, a Te spetta la Lode).

14. Poi ripeti “Allahu Akbar” (الله اكبر) e vai in Sajdah. Prima dovrebbero toccare per terra le ginocchia, dopo le mani dovrebbero essere situate in linea con le orecchie e le dita dovrebbero rimanere attaccate. Poi metti la testa [giù], posta fra le due mani. Sia la fronte che il naso devono toccare il suolo. Le dita delle mani e quelle dei piedi dovrebbero essere rivolte verso la qiblah, ma i piedi non dovrebbero rimanere su eretti (alle donne non è richiesto di appoggiare i piedi sulle loro punte). I piedi dovrebbero essere tenuti all’infuori verso la parte destra. Una donna dovrebbe rannicchiarsi e stare ben schiacciata a terra mentre sta in Sajdah. Lo stomaco dovrebbe essere unito contro entrambe le cosce, le braccia dovrebbero essere appoggiate ai lati del corpo, ed entrambe le braccia essere appoggiate per terra.

15. Nella Sajdah ripeti per tre volte: “subhana rabbiy-l-‘a`la” (سبحان ربي الأعلى) (Sia glorificato il mio Signore, l’Altissimo).

16. Dopo di che, dicendo “Allahu Akbar” (الله اكبر – Allah è il più Grande), mettiti seduta con la schiena diritta.

17. Ritorna di nuovo in Sajdah, ripetendo “Allahu Akbar” (الله اكبر), e mentre sei in Sajdah recita “subhana rabbiy-l-‘a`la” (سبحان ربي الأعلى) tre volte.

18. Alzati su eretta recitando “Allahu Akbar” (الله اكبر). Questa successiva posizione sarà il Qiyam (la stessa del punto 4). Ripeti i passi dal 7 fino al 17 (saltando dunque il 5 ed il 6). Nota: quando arrivi al punto 9, questa volta recita una Surah differente o versetti differenti. Poi, dopo il 17 passa direttamente al punto 19.

19. Dopo la seconda Sajdah, ripetendo “Allahu Akbar” (الله اكبر) passa nella [posizione della] Jalsah. Una donna si dovrebbe sedere nella sua natica sinistra e portare entrambi i suoi piedi verso la parte destra. Entrambe le sue mani dovrebbero stare sulle cosce e le dita unite assieme.

20. Mentre stai seduta recita il Tashahhud:
التَّحِيَّاتُ للهِ وَالصَّلَوَاتُ وَالطَّيِّبَاتُ، السَّلاَمُ عَلَيْكَ أَيُّهَا النَّبِيُّ وَرَحْمَةُ اللهِ وَبَرَكَاتُهُ، السَّلاَمَ عَلَيْنَا وَعَلَى عِبَادِ اللهِ الصَّالِحِيْنَ،أَشْهَدُ أنْ لاَ إِلَهَ إِلاَّ اللهُ وَأَشْهَدُ أَنَّ مُحَمَّداً عَبْدُهُ وَرَسُولُهُ
At-tahiyyatu lillahi wa-ssalawatu wa-ttayyibat. Assalamu `alayka ayyuha-n-nabiyyu wa rahmatullahi wa barakatuh. Assalamu `alayna wa `ala `ibadi-llahi-ssalihin. Ashhadu an la ilaha illa-llahu wa ashhadu anna Muhammadan `abduhu wa rasuluh“.
(Ogni saluto, la preghiera e tutta la gloria sono solo per Allah. Pace su di te, O Profeta, e la Misericordia e le Benedizioni di Allah siano su di te. La pace sia su di noi e sui devoti servitori di Allah. Testimonio che non c’è nessuno degno di adorazione all’infuori di Allah e testimonio che Muhammad è il Suo Servitore ed il Suo Messaggero).

a. Nota: Mentre reciti qui la parte “la ilaha”, unisci il mignolo e l’anulare, forma un anello con il dito medio ed il pollice ed alza l’indice verso l’alto, per poi abbassarlo quando arrivi a “illa-llahu”.

21. Poi recita le Benedizioni sul Profeta Muhammad (sallallahu `alayhi wa sallam):
اللَّهُمَّ صَلِّ عَلَى مُحَمَّدٍ وَعَلَى آلِ مُحَمَّدٍ كَمَا صَلَّيْتَ عَلَى إِبْرَاهِيْمَ وعَلَى آلِ إِبْرَاهِيْمَ إِنَّكَ حَمِيْدٌ مَجِيْدٌ، اللَّهُمَّ بَارِكْ عَلَى مُحَمَّدٍ وَعَلَى آلِ مُحَمَّدٍ كَمَا بَارَكْتَ عَلَى إِبْرَاهِيْمَ وعَلَى آلِ إِبْرَاهِيْمَ إِنَّكَ حَمِيْدٌ مَجِيْدٌ
Allahumma salli `ala Muhammadin wa `ala ali Muhammadin kama sallayta `ala Ibrahima wa `ala ali Ibrahima innaka hamidun majid. Allahumma barik `ala Muhammadin wa `ala ali Muhammadin kama barakta `ala Ibrahima wa `ala ali Ibrahima innaka hamidun majid“.
(O Allah! Accorda le Tue Benedizioni a Muhammad e alla famiglia di Muhammad come l’hai accordata ad Abramo e alla famiglia di Abramo. In verità, Tu sei il degno di Lode, il Glorioso. O Allah! Benedici Muhammad e la famiglia di Muhammad così come hai benedetto Ibrahim e la famiglia di Ibrahim. In verità Tu sei il degno di ogni Lode, il Glorioso).

22. Dopodiché, recita il seguente du`a’ [od altre ad`iyah dalla Sunnah]:
رَبِّ اجْعَلْنِي مُقِيمَ الصَّلاَةِ وَمِن ذُرِّيَّتِي رَبَّنَا وَتَقَبَّلْ دُعَاء
رَبَّنَا اغْفِرْ لِي وَلِوَالِدَيَّ وَلِلْمُؤْمِنِينَ يَوْمَ يَقُومُ الْحِسَابُ
Rabb-i-j`alny muqima-ssalati wa min dhurriyaty, rabbana wa taqabbal du`a‘,
Rabbana ghfir-ly wa li-walidayya wa li-l-mu’minina yawma yaqumu-l-hisab“.
(Signore mio! Rendi me e i miei figli regolari nella Salah. Signore nostro! Accetta la mia preghiera. Signore nostro. Perdonami. Perdona i miei genitori e tutti gli altri Musulmani nel Giorno del Giudizio).

23. Come ultimo passo esegui il Taslim: Volgi la testa verso il lato destro dicendo: “As-salamu `alaykum wa rahmatullah” (السلام عليكم ورحمة الله) (La Pace e la Misericordia di Dio siano su di voi). Poi rivolgila verso la parte sinistra ripetendo: “As-salamu `alaykum wa rahmatullah” (السلام عليكم ورحمة الله). Il Salam (il saluto) va’ pronunciato con l’intenzione di salutare gli angeli.

Importante:
Per [eseguire] una Salah di 3 raka`at:
• Dopo il punto 20 ripeti “Allahu Akbar” (الله اكبر) ritornando in piedi nella posizione del Qiyam (punto 4). Poi riprendi (saltando il 5 ed il 6) i passaggi dal 7 al 23, ma
• Ometti il passo 9 ed il 18.

Per [eseguire] una Salah di 4 raka`at:
• Dopo il punto 20 recita “Allahu Akbar” (الله اكبر) mentre ritorni a stare in piedi nella posizione Qiyam (punto 4). Poi ripeti dal punto 7 al 18 (saltando il punto 9).
• Dopo aver completato il punto 18 (eseguendo quindi una quarta rak`ah, e saltando nuovamente il punto 9) segui le istruzioni dal numero 19, fino alla fine.

Prove delle Differenze nella Salah tra gli Uomini e le Donne

9 novembre 2011 Lascia un commento

Prove delle Differenze nella Salah

Tra gli Uomini e le Donne

 

Di: Ebrahim Saifuddin
Da: http://www.peopleofsunnah.com/fiqh/rulings/salah/50-wse.html

Tradotto da: Linda Lindt.
 

Alcune persone vivono nell’illusione che le differenti regole in alcune posizioni della Salah tra uomini e donne non siano basate su alcuna prova. Credono che centinaia anni di sapienza si siano basati su qualcosa d’inesistente. Non potrebbero essere più sviati. Non vogliono studiare i libri di fiqh ma continuano a voler fare tali affermazioni derisorie. Tuttavia, ci basta affrontare le basi per soddisfare le loro ridicole esigenze.

Prova
(Qui) di seguito ci sono alcuni ahadith che dimostrano la differenza nel modo in cui le donne devono offrire la Salah. Esse sono tratte da due libri, “The way the Noble Messenger [sallallahu `alayhi wa sallam] Offered His Prayer” di Mufti Jamil Ahmed Naziri e “The Salah of Women” pubblicato dalla Madrasah Arabiyya Islamiyya (Azaadville).

La prima prova:
Yazid Ibn Habib (rh) ha riportato: Il Messaggero di Allah (sallallahu `alayhi wa sallam) passò vicino a due donne impegnate nella Salah. Egli disse: “Quando vi prosternate, lasciate parte del vostro corpo appoggiato a terra perché le regole in questo caso non sono uguali tra uomini e donne”.
(Maraasil Abu Dawud, p. 118).

La seconda prova:
`Abdullah ibn `Umar (radiyallahu `anhu) ha citato il Santo Messaggero (sallallahu `alayhi wa sallam) dire: “Quando una donna si prosterna, deve unire lo stomaco contro le sue cosce in modo da rimanere il più celata possibile”.
(Kanz ul Ummal, v.4 p.117 con riferimento a Baihaqi e Ibn ‘Adi).

La terza prova:
`Ali (radiyallahu `anhu) ha detto che quando una donna prega si dovrebbe sedere sulle natiche e tenere le cosce attaccate assieme. (Al-Mughni, v.1 p. 562).

La quarta prova:
`Abdullah ibn `Umar (radiyallahu `anhu) ordinò alle donne di sedersi in tutti i loro arti con i piedi distesi verso la parte destra. (Al-Mughni, v.1 p.562).

La quinta prova:
Umm Darda (radiyallahu `anha) alzava le sue mani nel Takbir Tahrimah così: i palmi sollevati di fronte alle spalle, quando incominciava la Salah. (Musannaf Ibn Abu Shaybah, v.1 p.239).

La sesta prova:
Secondo Ibrahim Nakh’i (rahimahullah), quando una donna si prosterna, può attaccare lo stomaco contro le sue cosce, e non sollevare le natiche e non tenere i suoi arti separati come fanno gli uomini.
(Musannaf Ibn Abu Shaybah, v.1 p.239).

La settima prova:
`Ali (radiyallahu `anhu) ha dichiarato: “Quando la donna esegue la Salah, deve praticare l'”ihtifaz” e tenere le sue cosce unite assieme”. [Un simile hadith è stato attribuito anche ad `Abdullah Ibn `Abbas].
(Musannaf Ibn Abu Shaybah, v.1 pp.270-271).

L’ottava prova:
Hafidh Nuruddin Haythami ha detto: Wa’il ibn Hujr ha dichiarato che il Messaggero (sallallahu `alayhi wa sallam) gli ha detto: “O Ibn Hujr, quando esegui la Salah, alza le tue mani fino all’altezza delle orecchie, mentre una donna dovrebbe sollevare le mani fino all’altezza del suo petto”.
(Majma`-uz-Zawaa’id, v.2 p.103; I’laa us-Sunan, v.2 p.156).
Lo stesso è riportato dall’Imam Abdur Razzaq in “al-Musannaf li Abdir Razzaq”, v.3 p.138.

La nona prova:
Abdul Hayy Luckhnawi afferma: “Quanto alle donne, i giuristi concordano che per loro è Sunnah appoggiare le mani sui loro petti”.
(As-Si’ayah fi al–Kashfi `ama fi Sharh al Wiqayah, v.2 p.152).

La decima prova:
Nel Musnad dell’Imam Abu Hanifah (rahimahullah) è scritto: “Ad `Abdullah Ibn `Umar (radiyallahu `anhu) fu chiesto come le donne eseguissero la Salah durante l’epoca del Messaggero (sallallahu `alayhi wa sallam). Lui rispose che inizialmente eseguivano il tarabbu’, ma poi gli fu ordinato di rannicchiarsi strette e di poggiarsi da un lato, appoggiandosi sulla loro natica sinistra e contraendosi completamente”.
(Jami`-ul-Masanid, v.1 p.400).

Quanto sopra sono soltanto alcune prove di base per dimostrare la differenza nella Salah tra gli uomini e le donne. Ci sono molte altre prove ed affermazioni di giuristi che dimostrano queste differenze. Comunque, ne sono state fornite alcune per placare la sete di coloro che pensano di essere abbastanza qualificati da giudicare le prove.

Khushu’: La Concentrazione durante la Salah

11 ottobre 2011 Lascia un commento

Khushu’: La Concentrazione durante la Salah

Di: Shaykh Mufti Taqi Usmani Sahab.

Fonte: http://www.ashrafiya.com/2011/10/07/khushu-presence-of-mind-in-salah/

Traduzione a cura di: Linda Lindt
Sayyidi wa sanadi Shaykh Mufti Mohammad Taqi Usmani (che Allah lo preservi) ha detto:

 

“E’ raccomandabile, mentre si recita la sura al-Fatiha durante la Salah, fermarsi ad ogni versetto per alcuni istanti e tenere a mente la risposta che Allah dà a coloro che pregano, così come è stato riportato nel testo Sahih al-Muslim:
Allah l’Altissimo ha detto: “ho diviso la preghiera in due parti tra Me e il Mio servo, e il Mio servo avrà quello che Mi chiede”.

Quando il [Suo] servo afferma: “lode ad Allah, il Signore dell’universo”, Allah l’Altissimo dice: il Mio servo mi ha lodato.

E quando il [Suo] servo afferma: “il più Compassionevole, il Misericordioso”, Allah l’Altissimo dice:  il Mio servo mi ha elogiato.

E quando il [Suo] servo afferma: “Re del giorno del giudizio” Allah rileva: il Mio servo mi ha glorificato, e a volte potrebbe dire: “il Mio servo ha affidato a Me [i suoi affari].

Poi, quando il fedele chiede: “Guidaci sulla retta via, la via di coloro ai quali hai concesso la Tua grazia e non di coloro che hanno sostenuto la Tua colera, né di coloro che sono stati sviati”, Allah dice: questo è per il Mio servo, e il Mio servo avrà quello che mi chiede“.

قال رسول الله صلى الله علیه وسلم :قال الله تعالى : قسمت الصلاة بینی وبین عبدی نصفین ، ولعبدی ما سأل ،

فإذا قال العبد:{الحمد لله رب العالمین}، قال الله:حمدنی عبدی .

فإذا قال:{الرحمن الرحیم}، قال:اثنى علی عبدی.

فإذا قال:{مالک یوم الدین}،قال :مجدنی عبدی.

وإذا قال:{إیاک نعبد وإیاک نستعین}، قال:هذا بینی وبین عبدی ، ولعبدی ما سأل.

فإذا قال :{اهدنا الصراط المستقیم.صراط الذین أنعمت علیهم غیر المغضوب علیهم ولا الضالین}، قال:هذا لعبدی .ولعبدی ما سأل.

حدیث صحیح امام مسلم

Dars Tafseer -e-Quran, (Registrato nella stanza audio della scuola al-Hira , Darul Uloom Karachi) Ramadan 1432/August 2011

Il Numero di Unità delle Cinque Preghiere Obbligatorie e delle Preghiere Sunnah ad Esse Collegate

Il Numero di Unità (raka`at) delle Cinque Preghiere Obbligatorie (Salawat Fard)

e delle Preghiere Sunnah ad Esse Collegate

(nel Madhhab Hanafi)

La seguente tabella mostra il numero delle unità (raka`at) delle cinque preghiere quotidiane obbligatorie (Salawat Fard) e delle preghiere supererogatorie (Salawat Sunnah) ad esse collegate:

-Al centro, in rosso, il numero delle unità delle Salawat Fard;

-Alla loro sinistra, il numero delle unità di Salawat Fard (Mu’akkadah e ghayr-Mu’akkadah) da eseguire prima di esse;

-Alla loro destra, il numero delle unità di Salawat Fard (Mu’akkadah e ghayr-Mu’akkadah) da eseguire dopo di esse.

Salah:

Sunnah Nafl

(Super- erogatoria)

Sunnah Mu’akkadah

(Sunnah Enfatizzata)

Fard

(Obbligatorio)

Sunnah Mu’akkadah

(Sunnah Enfatizzata)

Sunnah Nafl

(Super- erogatorio)

Wajib

(Necessario)

Fajr

2

2

Zuhr

4

4

2

(4 dopo Salah al-Jumu`ah)

2

`Asr

4

4

Maghrib

3

2

6

(in serie da 2-2-2)

`Isha’

4

4

2

4

3

(Witr

Fonti:

Maulana Talha Desai, Studente Darul Iftaa Madrasa Inaa’miyyah – http://www.central-mosque.com/fiqh/sunmoakkidah.htm

Shaykh Sohail Hanif – The Sunna Prayers Related to the Obligatory Prayers: A Detailed Exposition – http://qa.sunnipath.com/issue_view.asp?HD=1&ID=1226&CATE=4

Momenti in cui è Haram (proibito) pregare qualunque Salah o fare Sajdah at-Tilawah:

-Dall’inizio del sorgere del sole sino a circa 10-15 minuti dopo.

-Durante Istiwaa ashShams: quando è il sole è nel punto più alto (Zenith): circa i 5-10 minuti prima dell’orario di entrata di Salah azZuhr.

-Da circa 15-20 minuti prima del tramonto del sole fino al tramonto compreso.

Momenti in cui è Makruh (riprovevole) pregare (sono permesse solo Qada (recupero) di Salah perse e Sajdah at-Tilawah (prostrazione delle recitazione)):

-Dopo aver pregato Salah al-Fajr fino al sorgere del sole

-Dopo aver pregato Salah al-`Asr fino al tramonto del sole.

Fonti:

Mufti Husain Kadodiahttp://www.sunniforum.com/forum/showthread.php?37878-Prohibited-disliked-times-for-qadha-prayers&p=319257&viewfull=1#post319257

Maulana Muhammad Ravat – Time of Salah – http://www.muftisays.com/viewarticle.php?article=salahtimes

Mufti Ebrahim Desaihttp://www.askimam.org/fatwa/fatwa.php?askid=55b0553e90e411ae1c45e14fc320e96d

Mufti Abdurrahman Ibn Yusuf Mangera – Zawal Time – http://qa.sunnipath.com/issue_view.asp?HD=1&ID=3798&CATE=98

Per il significato di termini come Fard, Wajib, Sunnah Mu’akkadah, Sunnah ghayr-Mu’akkadah, Nafl, Makruh ed Haram, si veda:

La Classificazione delle Regole della Shari`ah

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: