Peccati: Nasconderli o Renderli Pubblici?

Peccati: nasconderli o renderli pubblici?

 

Di: Sikander Ziad Hashmi, sunniforum.com

Da: http://www.sunniforum.com/forum/showpost.php?p=2645&postcount=1

 
Sappiamo tutti molto bene di essere tutti peccatori. Non importa quanto pensiamo di essere bravi, quanto sembriamo “religiosi” o quanto la gente pensi che siamo buoni, siamo TUTTI peccatori – senza eccezioni. Una volta o l’altra, che sia in pubblico od in privato, nel buio della notte o alla luce del giorno, tutti noi commettiamo peccati. E’ una parte inerente alla natura umana.

Per quanto riguarda i nostri peccati, dovremmo sempre cercare di nasconderli e non renderli pubblici. Ovviamente, se abbiamo fatto qualcosa che ha ferito qualcun altro o che ha negato i suoi diritti, dovremmo senz’altro farci avanti e chiedere il suo perdono (come nel caso di un furto di qualcosa o del danneggiamento della proprietà di qualcuno). Ma se commettiamo qualcosa che sappiamo non dovremmo aver fatto (come stare con un membro dell’altro sesso o guardare a cose che non dovremmo vedere), allora dobbiamo starcene calmi e zitti e chiedere sinceramente perdono ad Allah.

Allah dice nel Santo Corano:

إِنَّ اللَّهَ يُحِبُّ التَّوَّابِينَ وَيُحِبُّ الْمُتَطَهِّرِينَ

In verità Allah ama coloro che si pentono e coloro che si purificano“. – Corano, II, 222

Se vediamo e sentiamo che qualcun altro ha commesso un peccato, dovremmo sempre cercare di ignorare ciò. Invece di diffondere la voce, dovremmo nasconderlo e tenerlo segreto.

Si riporta che il Profeta (Pace e Benedizioni su di lui) ha detto:

Chiunque copra [i peccati di] un Musulmano, Allah copre [i suoi peccati] nel Giorno del Giudizio“.
(Riportato da Bukhari)

Se ci riesce troppo difficile tenerlo secreto, il massimo che siamo autorizzati a fare è discuterne con la persona interessata, in privato, e tentare di incoraggiarlo a smettere di compiere peccati.

Allah ha detto:

وَالْمُؤْمِنُونَ وَالْمُؤْمِنَاتُ بَعْضُهُمْ أَوْلِيَاءُ بَعْض ٍ يَأْمُرُونَ بِالْمَعْرُوفِ وَيَنْهَوْنَ عَنِ الْمُنكَرِ

I credenti, uomini e donne, sono awliya’ (aiutanti, sostenitori, amici, protettori) l’uno dell’altro, invitano al Ma`ruf (il Monoteismo islamico e tutto ciò che l’Islam ci ordina di fare) e vietano il Munkar (il politeismo e la miscredenza di ogni genere, e tutto ciò che l’Islam ha proibito)” – Corano, IX, 71.

La sola eccezione a ciò è se scopriamo che qualcuno ha commesso un crimine che ha lasciato qualcuno ferito od ucciso, o in cui è stato rubato qualcosa o è stato negato qualcosa a qualcuno che ne aveva diritto.
In questi casi, DOBBIAMO rendere pubbliche le nostre informazioni, in modo che la persona possa essere portata di fronte alla giustizia.

Una cosa che non dobbiamo fare quando scopriamo i peccati di qualcun altro è discuterne o spettegolarne. Perchè? Perchè fare ciò sarebbe considerato maldicenza, che è stata paragonata al mangiare la carne del nostro stesso fratello morto.

Allah SubhanaHu wa Ta`ala ha detto:

يَا أَيُّهَا الَّذِينَ آمَنُوا اجْتَنِبُوا كَثِيرا ً مِنَ الظَّنِّ إِنَّ بَعْضَ الظَّنِّ إِثْم ٌ وَلاَ تَجَسَّسُوا وَلاَ يَغْتَبْ بَعْضُكُمْ بَعْضاً أَيُحِبُّ أَحَدُكُمْ أَنْ يَأْكُلَ لَحْمَ أَخِيه ِِ مَيْتا ً فَكَرِهْتُمُوه ُُ وَاتَّقُوا اللَّهَ إِنَّ اللَّهَ تَوَّاب ٌ رَحِيم ٌ 

O credenti, evitate di far troppe illazioni, ché una parte dell’illazione è peccato. Non vi spiate e non sparlate gli uni degli altri. Qualcuno di voi mangerebbe la carne del suo fratello morto? Ne avreste anzi orrore! Temete Allah! Allah sempre accetta il pentimento, è misericordioso“. – Corano, XLIX, 12.

E se quello che diciamo è vero?

Il Messaggero di Allah (Pace e Benedizioni su di lui) ha detto:

Sapete cos’è la maldicenza?” Essi (I suoi Compagni) dissero: “Allah ed il Suo Messaggero (Pace e Benedizioni su di lui) sanno meglio“. Allora egli (il Profeta) disse: “La maldicenza è il parlare di un vostro fratello in una maniera che egli non gradisce“. Gli fu detto: “Cosa pensi del caso in cui io trovi davvero (questa debolezza) nel mio fratello di cui ho parlato?” Egli disse: “Se (tale debolezza) che hai menzionato esiste davvero (in lui), hai fatto maldicenza nei suoi confronti, e se non esiste in lui, è diffamazione“.
(Riportato da Muslim)

Se ci divertiamo a diffondere voci sulla gente, dobbiamo pensare a cosa stiamo facendo. Allah dice nel Santo Corano:

إِنَّ الَّذِينَ يُحِبُّونَ أَنْ تَشِيعَ الْفَاحِشَةُ فِي الَّذِينَ آمَنُوا لَهُمْ عَذَابٌ أَلِيم ٌ فِي الدُّنْيَا وَالآخِرَةِ وَاللَّهُ يَعْلَمُ وَأَنْتُمْ لاَ تَعْلَمُونَ 

Quelli che amano (vedere) lo scandalo diffondersi tra i Credenti avranno una grande punizione in questa vita e nell’Aldilà: Allah conosce e voi non conoscete” – Corano, XXIV, 19.

In questo versetto, Allah sta dando un avvertimento – a tutti coloro che si divertono a diffondere notizie di scandali e pettegolezzi riguardo altri Musulmani credenti – a stare attenti, perchè “avranno una grave punizione, in questa vita e nell’Aldilà“.

Che Allah protegga tutti noi, e che perdoni tutti i nostri peccati. Amin

editor@eat-halal.com

——-
Questo articolo può essere liberamente riprodotto in altri siti, a condizione che sia lasciato interamente intatto, e che l’etichetta “sunniforum.com” in alto non sia rimossa.
——-

———-

Sullo stesso argomento, avevamo scritto sul forum:

“Vi è una differenza tra il peccato che un musulmano compie nella sua privacy e del quale nessuno viene a sapere, ed il peccato che il musulmano compie pubblicamente e di fronte a tutti.

Per questo, certi tipi di peccato “pubblici” sono considerati peccati maggiori e classificano una persona come fasiq (aperto peccatore, trasgressore), al punto che la sua testimonianza non viene nemmeno accettata in un tribunale islamico, che gli si può negare il saluto, etc. etc.

Diversi ahadith confermano questa differenza, come ad esempio quello in cui il Profeta (Pace e Benedizioni su di lui) ci dice che a chi tiene celati i suoi peccati in questo mondo, anche Allah glieli terrà celati nel Giorno del Giudizio.

Questa differenziazione tra peccati “pubblici” e “privati” nasconde una grandissima saggezza, che si può vedere in diversi aspetti:

-rendere pubbliche le proprie debolezze in un certo senso le “sdogana”, le rende più “accettabili”, “accessibili”, crea un precedente, e toglie il senso di “estraneità” e “lontananza” di questi peccati.

-tutela l’onore e protegge la dignità del musulmano, che se si pente deve dare conto solo ad Allah l’Altissimo, e non ai “vicini impiccioni”, a “quello che dice la gente”, o all'”opinione pubblica””
[http://islam.forumup.it/viewtopic.php?p=26770&mforum=islam#26770]

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: